Post

Visualizzazione dei post da 2017

Jung e Buddhismo Tantrico Tibetano

Immagine
La coscienza e l'inconscio

di MOACANIN RADMILA - Il Buddhismo tantrico e Jung: connessioni, analogie, differenze (a cura di Benedetto Brugia)

Nel sistema di Jung e nel Buddhismo tantrico tibetano i concetti fondamentali della coscienza e dell'inconscio presentano una ampia varietà di connotazioni, per cui a volte non vengono compresi bene, facendo sorgere varie interpretazioni errate.

In aggiunta a questo problema, i concetti espressi da Jung vengono spesso confusi con quelli di Freud, che invece sono molto diversi.

Tentiamo di esporne alcuni, ben sapendo che l’indagine sarà piuttosto limitata. Una vita intera o, come direbbero i buddhisti, numerose vite di studio e di pratica forse non sarebbero sufficienti per comprendere appieno i concetti esposti da questi due sistemi di pensiero.

Jung considera la coscienza e l'inconscio egualmente importanti. La coscienza, tuttavia, è l'“ultimo discendente della psiche inconscia”, il che significa che la prima è emersa dalla seconda.

A…

MINDFUL LIVING

Immagine
Thich Nhat Hanh, the Zen Master about Mindfulness... One morning during the 2014 Summer Retreat at Plum Village, Thay suddenly had a sparkle in his eye as he looked at the 80 or so children sitting at the front of the hall. He reached out, and took a lotus petal from the flower arrangement on his table, and began to roll it in his hands, smiling.... About Mindfulness
Mindfulness is the practice of getting in touch with the present moment and learning how to be aware of your inner experiences without judging or evaluating them.

Mindfulness has roots in Eastern spiritual traditions such as Zen Buddhism. When practicing mindfulness the goal is to see your thoughts from an outside point of view. To observe and notice them but not allow them to influence you in a positive or negative way. Mindful Living Project

TANDAVA SHIVA DANCE

Immagine
merci a Danel Odier
...

consapevolezza, respiro, rilassamento, lentezza...
...provate ad approfittare dell’assenza del concetto di postura cercate di scoprire fino a che punto questo vi rende creativi fino a che punto lascia libero il corpo di cercare e trovare qualcosa 
in effetti l’imitazione è pericolosa
Tandava Quantum Vision from Sahaj Bez on Vimeo.
qualunque sia il modello, esso non è qualcosa che ci è proprio perciò è meglio assumere una posizione che alcuni potrebbero ritenere sbagliata piuttosto che mantenersi in una falsa posizione 
(in una posizione che non ci corrisponde)
non perdete mai di vista che l’obiettivo è la distensione totale del corpo l’obiettivo non è quello di avere l’aria di un buddha impagliato un sacco di riso come dicono i maestri zen
è qualcosa di vivo, qualcosa di creativo, di personale che arriva a dissolvere l’idea della persona
si tratta di qualcosa che comincia come un’operazione personale e poi conduce all’annullamento della persona limitata
ritornate alla lingua, ass…